Rifugi di cultura 2017: ecco il calendario degli eventi

Giunta alla quinta edizione, la rassegna “Rifugi di cultura” quest’anno offre un panorama davvero ricco di eventi e ampio per articolazione geografica e stagionale. Gli eventi selezionati sono 32 (un record per la rassegna) e la loro diffusione geografica abbraccia l’intero arco alpino ed appenninico fino alle Madonie in Sicilia, trasformando in circoli culturali per un weekend rifugi tra i 660 e i 2280 metri di quota. Il calendario di iniziative si sviluppa per quasi 4 mesi: prende avvio il 24 giugno nella val di Zoldo e si chiude  il 21 ottobre ai piedi del Resegone. I recapiti per ulteriori informazioni sono indicati nella locandina, i programmi dettagliati nelle pagine web dei rifugi e delle sezioni proponenti.

Buona estate e buon divertimento a tutti!

Scarica la locandina: Rifugi di cultura 2017

Scarica la newsletter: Rifugi di cultura 2017 newsletter

Rifugi di cultura: aperto il bando per il 2017!

Quest’anno “RIFUGI DI CULTURA” giunge alla sua V edizione dal lancio in occasione del 150° anniversario del Club Alpino Italiano (2013). Il Gruppo Terre Alte come di consueto invita soci e sezioni a costruire assieme l’evento estivo diffuso per la valorizzazione dei rifugi come promotori di cultura.

L’iniziativa consiste nell’organizzare un evento culturale in un rifugio dell’arco alpino o appenninico, in una o due giornate scelte all’interno del periodo estivo (21 giugno – 21 settembre 2017).

Il programma dell’evento, che dovrà essere realizzato d’intesa con la sezione e i gestori del rifugio, dovrebbe prevedere almeno due momenti:

  • una “proposta culturale” declinata in termini di approfondimento scientifico, reading, evento musicale, performance teatrale o altra iniziativa finalizzata a mettere in luce aspetti della cultura, della storia, dell’etnografia relativi al contesto montano in cui il rifugio insiste;
  • una “proposta enogastronomica” che consenta un assaggio di piccole produzioni di qualità del territorio montano circostante, oltre la tipicità sbandierata ma spesso poco autentica dei prodotti di montagna.

Il Gruppo Terre Alte valuterà le proposte pervenute comunicandone l’accettazione entro il mese di marzo 2017, dando un contributo all’organizzazione degli eventi ritenuti meritevoli (mediante quota di 500 euro destinata a rimborso spese giustificate), e concorrerà alla pubblicizzazione del calendario di eventi attraverso la stampa sociale, il proprio sito, locandine dedicate.

Scarica Modulo d’iscrizione da compilare e inviare all’indirizzo: gruppoterrealte@gmail.com entro il 15 febbraio 2017

Progetti Terre Alte: aperto il bando 2017!

Anche quest’anno il Gruppo Terre Alte invita soci e sezioni ad essere parte attiva nella ricerca dei valori culturali che le Terre Alte conservano e fanno vivere. Saranno favoriti i progetti che si avvalgono di cofinanziamenti di altri enti o istituzioni, i progetti presentati da soci giovani (sotto i 35 anni), i progetti che intendono promuovere la rivitalizzazione economica e culturale delle Terre Alte marginali.

Il Modulo per la presentazione di progetti dovrà essere compilato ed inviato entro il 15 febbraio 2017 al Coordinatore del Gruppo Terre Alte – Comitato Scientifico Centrale, in formato doc o pdf al seguente indirizzo di posta elettronica: gruppoterrealte@gmail.com.

Il responsabile proponente del progetto deve essere socio del Club Alpino Italiano in regola con il pagamento della quota associativa. Il Gruppo Terre Alte comunicherà l’esito della domanda e l’eventuale ammontare del finanziamento entro il mese di marzo 2017.

Buon anno e buone ricerche sulle Terre Alte!

Rifugi di cultura 2016 (IV edizione): aperto il bando!

Proseguendo l’iniziativa lanciata in occasione del 150° anniversario del Club Alpino Italiano, il Gruppo Terre Alte propone a soci e sezioni di collaborare alla IV edizione di “RIFUGI DI CULTURA”, evento estivo diffuso per la valorizzazione dei rifugi come promotori di cultura delle Terre Alte. L’iniziativa consiste nell’organizzare un evento culturale in un rifugio dell’arco alpino o appenninico, in una o due giornate scelte all’interno del periodo estivo (21 giugno – 21 settembre 2016).

Il programma dell’evento, che dovrà essere realizzato d’intesa con i gestori del rifugio, dovrebbe prevedere almeno due momenti:

  • una “proposta culturale” declinata in termini di approfondimento scientifico, reading, evento musicale, performance teatrale o altra iniziativa finalizzata a mettere in luce aspetti della cultura, della storia, dell’etnografia relativi al contesto montano in cui il rifugio insiste;
  • una “proposta enogastronomica” che faccia conoscere i prodotti di qualità del territorio montano circostante, oltre la tipicità sbandierata ma spesso non del tutto autentica dei prodotti di montagna.

Il Gruppo Terre Alte valuterà le proposte pervenute e contribuirà all’organizzazione degli eventi ritenuti meritevoli (mediante quota destinata a rimborso spese giustificate), nonché alla pubblicizzazione del calendario degli eventi attraverso la stampa sociale, il proprio sito, locandine dedicate.

Scarica il modulo di iscrizione  da inviare entro il 31 gennaio 2016

Progetti di ricerca Terre Alte: aperto il bando 2016 (VIII edizione)

Anche quest’anno il Gruppo Terre Alte invita soci e sezioni ad essere parte attiva nella ricerca dei valori culturali che le Terre Alte conservano e fanno vivere. Saranno favoriti i progetti che si avvalgono di cofinanziamenti di altri enti o istituzioni, i progetti presentati da soci giovani (sotto i 35 anni), i progetti che intendono promuovere la rivitalizzazione economica e culturale dei “paesaggi terrazzati”, in vista del III Incontro mondiale “Terraced landscapes: choosing the future” che si terrà in Italia dal 6 al 15 ottobre 2016, sostenuto dal Comitato Scientifico Centrale del CAI (www.terracedlandscapes2016.it).

Il modulo per la presentazione dei progetti dovrà essere compilato ed inviato entro il 31 gennaio 2016 al Coordinatore del Gruppo Terre Alte – Comitato Scientifico Centrale, in formato doc o pdf al seguente indirizzo di posta elettronica: mauro.varotto@unipd.it.

Il responsabile proponente del progetto deve essere socio del Club Alpino Italiano in regola con il pagamento della quota associativa. Il Gruppo Terre Alte comunicherà l’esito della domanda e l’eventuale ammontare del finanziamento entro il mese di febbraio 2016.

Buon anno e buone ricerche sulle Terre Alte!

Rifugi di cultura 2015: si parte!

Torna l’iniziativa “Rifugi di cultura”, alla sua terza edizione dopo il lancio in occasione del 150° anniversario del CAI nel 2013. Il Gruppo Terre Alte del Comitato Scientifico Centrale ripropone dall’11 luglio al 20 settembre 2015 un evento estivo diffuso in 12 rifugi dell’arco alpino e appenninico.
Concerti, spettacoli teatrali, reading, visite guidate a siti storico-archeologici, proposte gastronomiche animano per un’intera giornata rifugi da 1028 a 2604 metri di quota, dalle Alpi liguri alle Dolomiti, dal Gran Sasso al Pollino, offrendo agli amanti della montagna gustosi assaggi dell’immensa ricchezza culturale delle terre alte.
L’evento vuole essere un’occasione per ribadire il ruolo culturale del Club Alpino Italiano nell’educare ad una frequentazione avvertita e consapevole della ricchezza naturale e culturale nascosta in ogni piega delle nostre meravigliose montagne.

rifugi di cultura 2015

“Contadini di montagna”: il nuovo documentario sui custodi dei vigneti terrazzati della val di Cembra

Venerdì 30 gennaio 2015, alle 20.30, presso la sala conferenze della Cassa Rurale di Verla di Giovo (TN), verrà presentato in anteprima il nuovo documentario di Michele Trentini, “Contadini di montagna“, realizzato con la cura di Imperial Wines e grazie al supporto della Comunità della Valle di Cembra e del Gruppo Terre Alte del CAI.

Nel contesto di un paesaggio terrazzato tra i più suggestivi dell’arco alpino, coltivato quasi esclusivamente a vigneto, due generazioni di contadini si raccontano. Se i gesti dell’uomo tra i filari appaiono in parte immutati anche a distanza di decenni, la nuova generazione sembra attribuire maggior significato ai valori della sostenibilità ambientale, della diversificazione colturale e della tutela del paesaggio.
Rare immagini d’archivio affiancate a quelle di oggi narrano il lavoro dell’uomo e il ritmo delle stagioni in un territorio impervio ma affascinante, dove malgrado le contraddizioni, le comunità hanno saputo far fronte al rischio dello spopolamento montano.
Il documentario è stato prodotto nell’ambito del Progetto “Talking stones. Il racconto dei paesaggi terrazzati“, finanziato dalla Fondazione Caritro, dal Gruppo Terre Alte del Comitato Scientifico CAI, dalla Regione Trentino Alto Adige/Südtirol e dal BIM Adige.

Per informazioni

Comunità della Valle di Cembra
Piazza S. Rocco, 9 – 38034 CEMBRA (TN)
Tel. 0461.680032

Imperial Wines
info@imperialwines.org

ContadiniDiMontagna_presentazione

Progetto LIVINGSTONES 2015 Nuova vita per i paesaggi terrazzati

Il Club Alpino Italiano e il Comitato Scientifico Centrale attraverso il Gruppo Terre Alte intendono concorrere alla preparazione e organizzazione del III Congresso internazionale sui Paesaggi Terrazzati che si terrà in Italia nell’ottobre 2016, dopo il primo in Cina nel 2010 e il secondo in Perù nel 2014. A questo scopo lancia la Campagna di segnalazioni “Living Stones” allo scopo di segnalare casi esemplari di buon uso di tali paesaggi nella nostra penisola: esempi che rivelino il valore polifunzionale dei paesaggi terrazzati come patrimonio culturale, sistema idrogeologico ed ecologico, realtà agricolturale e sociale viva e orientata a produzioni di qualità. Tali casi devono riflettere o testimoniare i valori “scientifico, culturale, storico, filosofico, religioso, ecologico ed estetico” che la Dichiarazione di Honghe (2010) riconosce ai paesaggi terrazzati.

L’invito è rivolto a tutti i soci del Club Alpino Italiano, e in particolare agli Operatori Naturalistici e Culturali e TAM, che sono invitati a presentare la propria candidatura mediante il presente modulo (disponibile in formato doc anche nella sezione Pubblicazioni di questo sito) da inviare via posta elettronica entro il 31 gennaio 2014 al coordinatore del Gruppo Terre Alte (mauro.varotto@unipd.it), indicando l’area regionale e le zone terrazzate in cui s’intende svolgere la ricerca.

Il Comitato Scientifico Centrale selezionerà entro il mese di febbraio 2015 un numero qualificato di operatori, distribuitisu tutto il territorio nazionale, e offrirà ad essi un momento di formazione propedeutico all’avvio della ricerca, oltre ad una quota per il rimborso delle spese sostenute. Una giornata di formazione verrà organizzata nel mese di marzo 2015. Successivamente prenderà avvio la campagna di ricerca che dovrà essere conclusa entro dicembre 2015 con l’invio di una o più schede di segnalazione per ciascun operatore. Tali schede di segnalazione (che avranno un formato predefinito composto da un testo descrittivo e una documentazione fotografica a corredo) confluiranno in un libro curato dal Comitato Scientifico Centrale, pubblicato e presentato in occasione del Congresso Internazionale del 2016, insieme ai protagonisti delle storie segnalate, che verranno ospitati assieme ai segnalatori ai lavori del Congresso.

Bando Rifugi di cultura 2015 – III edizione

Proseguendo l’iniziativa lanciata nel 2013 in occasione del 150° anniversario del Club Alpino Italiano, il Gruppo Terre Alte propone a soci e sezioni di collaborare alla III edizione di “RIFUGI DI CULTURA”, evento estivo diffuso per la valorizzazione dei rifugi come centri promotori della cultura delle e nelle Terre Alte.

L’iniziativa consiste nell’organizzare un evento culturale in un rifugio dell’arco alpino o appenninico, in una o due giornate scelte all’interno del periodo estivo (21 giugno – 21 settembre 2015).

Il programma dell’evento, che dovrà essere realizzato d’intesa con i gestori del rifugio, dovrebbe prevedere almeno due momenti:

– una “proposta culturale” declinata in termini di convegno, reading, evento musicale, performance teatrale o altro che metta in luce aspetti della cultura, della storia, dell’etnografia relativi al contesto montano in cui il rifugio è situato;

– una “proposta enogastronomica” che faccia conoscere i prodotti di qualità del territorio montano circostante, oltre la tipicità sbandierata ma spesso standardizzata e non autentica dei prodotti di montagna.

Le proposte dovranno pervenire, utilizzando il modulo allegato (disponibile in formato doc anche nella sezione Pubblicazioni del sito), all’indirizzo e-mail del coordinatore del Gruppo Terre Alte (mauro.varotto@unipd.it) entro il 31 gennaio 2015. Entro la fine di febbraio 2015 il Gruppo valuterà le proposte pervenute e contribuirà all’organizzazione degli eventi ritenuti meritevoli (mediante una quota destinata a rimborso spese, d’importo massimo di 500 euro), nonché alla pubblicizzazione del calendario degli eventi attraverso la stampa sociale, il proprio sito, locandine dedicate

Bando per progetti Terre Alte 2015 – VII edizione

Anche quest’anno il Gruppo Terre Alte pubblica il bando (VII edizione) per progetti di ricerca su tematiche inerenti la conoscenza e valorizzazione del patrimonio culturale delle nostre montagne. Quest’anno, tuttavia, c’è una novità: il Club Alpino Italiano intende contribuire alla preparazione e organizzazione del III Congresso Internazionale sui Paesaggi Terrazzati, che si terrà in Italia nell’ottobre 2016. A questo scopo, il Gruppo Terre Alte riserverà un’attenzione particolare ai progetti che riguarderanno lo studio e la valorizzazione del patrimonio terrazzato alpino e appeninico. I risultati di tali progetti potranno così essere presentati nell’importante appuntamento che riunisce studiosi e custodi dei paesaggi terrazzati di tutto il mondo.

La domanda deve essere inviata utilizzando il modulo allegato (disponibile anche in formato .doc nella sezione Pubblicazioni) entro il 31 gennaio 2015 al Coordinatore del Gruppo Terre Alte – Comitato Scientifico Centrale, all’indirizzo: mauro.varotto@unipd.it.

Il responsabile proponente del progetto deve essere socio del Club Alpino Italiano in regola con il pagamento della quota associativa. Il Gruppo Terre Alte comunicherà l’esito della domanda e l’eventuale ammontare del finanziamentoentro il mese di febbraio 2014.